Un blog per la certezza della pena, per una pena proporzionale al crimine, ivi inclusa, per gli eventi più feroci, la pena di morte, pena legittimamente comminata da uno Stato civile, a difesa dei cittadini onesti. Perchè lo Stato deve stare dalla parte di Abele.

 
Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

23 ottobre 2015

La difesa è sempre legittima

Con questo slogan la Lega è scesa in campo, come pure hanno fatto Fratelli d'Italia, a sostegno del pensionato che ha terminato la carriera criminale di un rapinatore, espulso dall'Italia e che in Italia non ci sarebbe dovuto essere.
Amen.
Cosi doveva chiudersi ogni fastidio nei confronti del signor Sicignano e della sua famiglia.
Invece il paradosso italiano vede i magistrati indagare sulle modalità (?!?!?) con le quali il cittadino onesto cui è stata stuprata la sua proprietà più intima, la propria abitazione, ha reagito.
Non solo, ma invece di dare una caccia spietata ai complici fuggiti, perchè non provino a perpetrare analogo delitto nei confronti di altri cittadini onesti, si spendono soldi (di tutti noi) , tempo e risorse per prendere le misure sui colpi sparati.
Come dice, giustamente, lo slogan della Lega: la difesa è sempre legittima.
E se un criminale entra in casa altrui, il minimo che gli possa capitare è di finire all'ospedale.
E chi lo dovesse malmenare o anche abbattere non deve essere perseguito, anzi perseguitato.
Questo potrebbe meglio accadere se ai cittadini onesti, incensurati, che abbiano svolto il servizio militare, non abbiano fatto obiezione di coscienza e abbiano un certificato che ne attesti la conoscenza delle armi, venisse concesso, senza pastoie burocratiche o valutazioni soggettive circa la necessità o meno di averne, di possedere armi.
In aiuto di se stessi, ma anche per aiutare il prossimo.
Invece leggiamo i distinguo della sinistra, compreso il pallonaro fiorentino, che mette paletti e distinguo sulla reazione del pensionato e, in genere, dei cittadini onesti.
Dopo aver sistematicamente smantellato il sistema di sicurezza, lasciando la Polizia alla mercè delle denunce e delle aggressioni.
Ancora una volta vediamo come la sinistra, oltre ad essere il partito delle tasse, sia anche il partito del disordine e dell'insicurezza, contro la Destra che è il partito della Libertà e della Sicurezza.



Entra ne

07 febbraio 2015

Stato assente. Legittima difesa.

Il caso del benzinaio vicentino Graziano Stacchio ripropone all'attenzione dei media una questione che solo in queste circostanze ottiene visibilità, ma che è sempre più un problema per la fruizione e il godimento della proprietà e dei propri beni.
A fronte dell'ennesimo caso in cui un valoroso cittadino ha affrontato, armi in pugno, dei criminali, abbattendone - sia pur involontariamente - uno, ci sono decine di casi in cui i delinquenti ottengono quel che cercano con la loro azione criminosa ma, soprattutto, c'è uno stato assente e che dà segni di vita solo per incriminare e processare chi si difende.
Questa volta assisto con piacere alla sollevazione di popolo che trova anche nella stampa libera (quella poca rimasta) una voce che dice: io sto con il benzinaio vicentino.
Graziano Stacchio ha fatto benissimo ad opporsi ai banditi.
Tutti dovremmo essere messi in condizione di agire come Graziano Stacchio, difendere noi stessi, i nostri cari, i nostri amici, i nostri vicini dalle azioni delinquenziali visto che lo stato non lo fa e, anzi, continua ad importare manovalanza per la criminalità riempendo le nostre città di estranei pieni di tutele e agevolazioni.
Mi è piaciuto il sindaco (credo di Ponte di Nanto) , intervistato subito dopo la vicenda e l'iscrizione del benzinaio nel registro degli indagati, che davanti alle telecamere, indossando la felpa "io sto con Stacchio", ha dichiarato che se uno entra in casa sua, lui ha diritto a sparargli e dovrebbero dargli una medaglia, non indagarlo.
Perchè la proprietà privata deve essere tutelata (mi sembra abbia usato una parola che, riferita alla proprietà privata, a me piace molto e che si sente poco: "la proprietà privata è sacra").
L'assenza dello stato (che anzi indagando il benzinaio ci gioca anche contro) legittima la difesa autonoma dei cittadini.
Dobbiamo solo essere messi nelle condizioni di poterci difendere da soli.
Cioè di poterci armare per combattere almeno ad armi pari con i banditi che infestano la nostra terra.


Entra ne