Un blog per la certezza della pena, per una pena proporzionale al crimine, ivi inclusa, per gli eventi più feroci, la pena di morte, pena legittimamente comminata da uno Stato civile, a difesa dei cittadini onesti. Perchè lo Stato deve stare dalla parte di Abele.

 
Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

03 luglio 2007

Giustizia è sfatta

Ad Adriano Sofri, condannato a 22 anni di carcere quale mandante dell'omicidio del Commissario Calabresi, è stata resa definitiva la libertà, sia pure attraverso gli arresti domiciliari con possibilità di uscire per ragioni inerenti alla sua attività.
Ecco un altro dei "moribondi" (veggasi anche Baraldini) che in relazione al suo stato di salute, ottiene di non scontare una pena, già di lieve entità in rapporto alla colpa ed ancor più leggera se si considera il carcere di lusso che ha scontato in quei pochi anni di detenzione.
In rapporto alle agevolazioni concesse a Sofri, reo di aver mandato dei sicari ad assassinare un Commissario di Polizia, i 23 giorni di carcere per la reginetta del gossip che guidava senza patente appaiono come il frutto di una crudeltà giustizialista.
Ancora una volta lo stato perde credibilità (la poca ancora residua) agli occhi dei suoi cittadini.
A maggior ragione se si considera che è lo stesso stato che, con una puntigliosità degna di ben migliori cause, revoca la concessione del lavoro esterno ad un vecchio di 93 anni, ormai l'unico ergastolano rimasto in Italia.
La libertà concessa a Sofri è una nuova offesa inflitta alle vittime del terrorismo.
Sì, perchè Sofri, con i suoi "insegnamenti" e in virtù delle colpe ascrittegli nella condanna definitiva, è oggettivamente un protagonista negativo degli "anni di piombo" e, come altri che non hanno scontato tutta la loro pena, si è sottratto, grazie a cavilli e lobbies, alla giusta punizione che lo vorrebbe ancora in carcere e in un carcere duro.
Vergogna su chi ha deciso che Sofri resti fuori dal carcere quando doveva essere uno stato temporaneo.
A noi non resta che l'indignazione nel prendere atto che
giustizia è sfatta.

@


Entra ne

33 commenti:

heartprocession ha detto...

Mambro e Fioravanti? Giusto per

Massimo ha detto...

Giorgio Almirante, indimenticabile Segretario dell'MSI e Leader della Destra, guidò il partito in una nobile battaglia per il ripristino della pena di morte.
A chi cercava di metterlo in difficoltà ricordandogli che c'erano anche i terroristi "neri", Lui rispondeva che per quelli proponeva una doppia pena di morte. Una prima volta perchè terroristi e una seocnda volta perchè avevano offeso l'onore della vera Destra.

Su Mambro e Fioravanti sono convinto che abbiano tante colpe da scontare, ma sono altrettanto convinto che la strage di Bologna, loro attribuita per pervicaci ragioni ideologiche, come sembra emergere da elementi che sempre più trovano l'onore delel cronache e dei commenti, sia responsabilità di altri.

Frank77 ha detto...

Indipendentemente dalla strage di Bologna sono colpevoli di 20 omicidi,e nonostante siano stati condannati a 6 ergastoli sono in libertà.

Massimo ha detto...

Frank. Proprio per tali motivi ho citato Giorgio Almirante :-)

Bruno ha detto...

Ciao, complimenti per il blog.
Mi chiedevo se volessi unirti al blogroll contro la piaga rossa...
ti lascio il link: http://posizioneautarchica.blogspot.com/2007/07/against-red-plague-blogroll.html
Per qualsiasi altra cosa mi trovi su Posizione Autarchica. Grazie

l'altra rossa ha detto...

Se sono in libertà è grazie a quelli che volgliono le mezze misure,e che sotto sotto difendono i "loro" assassini.
Massimo ben detto,bell' esempio.

nixel ha detto...

non vorrei iniziare ad offendere, mi trattengo a fatica, ma non usero termini offensivi, anche perche vorrei che il mio commento tu lo pubblicassi per mettere in atto la liberta di espressione...
"pena legittimamente comminata da uno Stato civile, a difesa dei cittadini onesti. Perchè lo Stato deve stare dalla parte di Abele"
a me non sembra tanto civile questa pena, forse perche la usa la tua amatissima america (che quella di civile e democratico ha solo il nome perche di fatto...) ne abusa non vuol dire che sia giusta... è incredibile come tu ti arroghi il diritto di giudicare un'altra persona decidendo della sua vita, ma chi ti credi di essere? tu dici che questa è giustizia ma in realta questa è solo VENDETTA che tu tenti di spacciare per giustizia... a difesa dei cittadini che hanno una sete di sangue non inferiore all'assassino stesso poi?
questa è solo VENDETTA e non c'e niente di giusto o democratico in cio...
Lo stato non deve stare dalla parte di abele, lo stato deve stare al suo posto piuttosto che prendersi cura di una sola persona... o tutti o niente e il suo compito fallisce.
mi disp ma nn ho un blogspot...

Massimo ha detto...

Perchè bisognerebbe offendere in una discussione ?
E non è neppure necessario sforzarsi per usare un tono civile ed esporre le proprie idee che, però, dovrebbero anche avere quei fondamentali che non vedo nel tuo intervento.
Perchè delle persone si uniscono in una società chiamata "stato" ?
Per beneficiarne.
Per avere maggior benessere, ma anche sicurezza.
Uno stato che non garantisca sicurezza, viola l'essenza stessa della sua ragione di esistere.
E quale sicurezza può essere garantita da uno stato che consente ad efferati criminali di girare liberi per la strada ?
Il "posto" (meglio: compito) dello stato è garantire la sicurezza ed il benessere dei cittadini che vi si sono associati.
E questo implica far scontare le pene fino all'ultimo giorno e impedire la reiterazione dei reati ad opera delle stesse persone, anche comminando la pena capitale al termine di un giudizio (non, quindi, per volontà di una sola persona) corredato di tutte le garanzie necessarie alla difesa.
Come accade negli Stati Uniti che sono e restano un faro per il vivere civile e democratico.

nixel ha detto...

poco fa hai definito la giustizia applicata come legge per vendetta,
togliere il respiro a un'uomo chiuso in cella è solamente un assassionio che cela il suo mandante nel diritto..
costrtti a uccidere per "auto-difesa", ma il tuo gioco lo conosco è da villani, e puoi pure strofinartele per mesi, le tue mani restan sporche, come le coscienze di chi ancora ti sostiene... carceri ed ergastoli non ti soddisfano, vorresti morto ogni criminale, da additare come esempio da evitare, MA ANCORA NON è NATO IL DELINQUENTE CHE VEDA NELLA PENA DELLA MORTE UN DETERRENTE e spesso capita di fare fuori un'innocente (vedesi in molti casi americani) e tu questo lo chiami "incedente"...
le pene vanno scontate, tutte, tranne una, quella di morte, in quanto noi non possiamo decidere cio, neanche lo stato...
anche se meriterebbe la pena di morte nessuno gliela puo moralmente "concedere" e se cio avviene mi viene difficile chiamare quello stato "democratico o civile" non vedo nulla di civile in cio...
ma visto che sei filo-americano ti capisco, pensi che sia il massimo esempio di civilta... gli u$a sono il massimo esempio di ipocrisia, giustizia e liberta all'interno del proprio paese ma non negli stati dove la "esportano" questa liberta, hanno una bandiera sporca di sangue e ipocrisia, non stare a seguire il "modello" americano, uno schifo fintodemocratico e assassino, in cui oggi è possibile vedere anche un minorenne su una sedia elettrica...
boia dal cappuccio trasparente, vivi nell'anonimato, sei orfano del dubbio...

Massimo ha detto...

L'animosità che emerge dal tuo scritto non può che far inquadrare meglio le tue affermazioni.
Parli di "mandante il diritto", ma se è il diritto, vuol dire che c'è legittimità nel comminare la pena di morte.
Risibile è poi la tua affermazione che gli Stati Uniti sono per la libertà solo a casa loroe non dove la "esportano" ... come ben sappiamo in Italia e in europa, vero ? :-D
E concluderei ribadendo il concetto che il dubbio è in chi affronta le discussioni urlando e con animosità per farsi coraggio e cercare di dare maggior peso a parole che, evidentemente, anche nel subconscio di chi le scrive, tanto valore non hanno.

nixel ha detto...

per diritto intendo l'insieme di leggi che ci siamo creati non il diritto cioè quel che è giusto fare...
poi non mi fare lo gnorri, sai benissino che ci sono moltissimi altri stati dove regnava una sovranità territoriale ben salda è arrivata con tutto il suo esercito e le sue parole di democrazia e liberta, facile a dirsi... la sua forza è solo distruttrice ma riesce sempre a mascherarla da liberatrice, non credere...
ti faccio presente che oltre a esportare la loro "democrazia" esportano anche coca-cola e mcdonald per non parlare di uno stile di vita criminale(vedesi appunto europa e italia)...
il loro non è certo un aiuto disinteressato...
una volta che hanno liberato la povera nazione senza democrazia (a furia di bombe) la ricostruiscono a loro piacimento, ma non vedi che siamo schiavi, nn lo vedi che ci sfruttano? le loro basi militari nucleari abbiamo ora, abbiamo il consumismo grazie a loro, abbiamo uno stile di vita malsano, abbiamo corruzione, sfruttamento degli altri popoli... forse non hai presente quante nazioni sfrutta in tutto il mondo per mantenere la SUA liberta ( in tranquilla ricchezza)...
il modello americano quindi ha fallito, gli U$a hanno prodotto solo una generazione di ragazzi rammolliti, viziosi, VIOLENTI, e la violenza è il risultato di un sistema che ha fallito, come hanno fallito tutti gli altri, ha fallito anche l'america...

Massimo ha detto...

Sono proprio le leggi che "ci siamo creati" a formare il diritto e, quindi, a legittimare le pene che vengono inlitte ai rei, ivi inclusa la pena di morte.
Quanto all'invettiva contro gli Stati Uniti mi sembra una dichiarazione urlata di impotenza ... :-D

nixel ha detto...

ripeto per l'ultima volta, è più che giusto che i rei paghino le loro pene, ma nessun uomo, mezzo strumento, stato, legge creato sempre dall'uomo può decidere la soppressione di un'altro uomo in quanto questa si chiamerebbe vendetta, che della giustizia è solo un'ombra scura...
questo è il mio pensiero, se poi te credi che uccidere sia solo giustizia fa come vuoi...
e la mia dichiarazione "urlata di potenza" la dovrebbe avere ogni italiano ed europeo, te compreso, troppo comodo salire sul carro dei ricchi e potenti vincitori prostituendoci a loro...
anche qui la pensiamo diversamente in quanto tu sarai di destra o giu di li, approvi il capitalismo consumismo a discapito di altri...
emerge prepotentemente da quel che leggo tanto di quel borghesismo perbenista che poco ha a che fare col fascimo ( mio ideale) e che un po mi repelle...

Massimo ha detto...

Vedi i casi della vita. Per una parte di liberalliberistilibertari (oltre che per tutti i comunisti) io sono un "Fascista" (oltrechè omofobo, razzista e non so quant'altro) tanto che mi hanno attribuito un nick (storpiando quello con cui ho iniziato e sono ancora loggato in alcune piattaforme): da Monsoreau a Monfasciò (e se non avessi deciso di presentarmi con il mio nome, magari lo avrei anche adottato ).
Tu scrivi che sono di destra (senza giù di lì) e che il mio perbenismo borghese poco ha a che vedere con il Fascismo.
Mi piacerebbe mettervi in contatto ...:-D
Battute a parte, la distinzione tra uccidere e giustiziare è la stessa che passa tra vendetta e fare giustizia.
Giustiziare un reo al termine di un regolare processo con tutte le garanzie per la difesa, non è vendetta, ma è esercitare il diritto a rendere giustizia.
Sugli Stati Uniti non è questo il blog adatto adiscuterne, ma con tutte le imperfezioni che hanno, per parafrasare Churchill, è lo stato peggiore ... dopo tutti gli altri :-D

nixel ha detto...

se ci fosse stata la pena di morte il "reo" luigi ciavardini, che non esito a definire innnocente sarebbe gia stato giustiziato, con un "regolare processo" naturalmente...
non concordo con churchill in quanto considero l'america un'associazione terroristica a stampo democratico...
e nessun fascista (serio) oserebbe osannare un'alleanza con tale nazione, i tuoi link, il blog roll, e altre tue frasi citate in questo blog mi hanno fatto capire che sei di destra, (mica troppo fascista) e filoamericano...
poi quella foto dello zio sam che manda a quel paese i terroristi la dice lunga...

Massimo ha detto...

Siamo completamente off topic, ma mi diverte questa discussione :-)
Anch'io ho l'intima convinzione che Ciavardini sia innocente e se ci fosse la pena di morte non credo sarebbe stato giustiziato. Ma qui si è, per ambedue le proposizioni, nell'ambito delel opinioni personali, senza alcuna possibilità di prova o controprova.

Churchill non parlava dell'America, ma della democrazia, io ho solo parafrasato il suo celebre detto.

Io sono di Destra, da sempre e me ne vanto.
Lo ero negli anni settanta a scuola e all'università, lo sono oggi.
E ci tengo a quel "Destra" senza aggettivazioni (sociale, cattolica, liberale, federalista etc.) perchè mi sento di condividere, di volta in volta, alcune caratteristiche di tutte queste destre.
Fascista o lo si è o non lo siè, ma poichè considero il Fascismo una componente delle destre italiane, non ho alcun problema ad affermare che, come per le altre destre, ritengo vi siano aspetti del Fascismo - aggiornati, ovviamente - che posso condividere.
Poi, ma non farlo sapere ai liberalliberistilibertari, io non mi considero Fascista, anche se non mi offendo se mi attribuiscono tale qualifica.
Sugli Stati Uniti ricordo che c'erano differenze profonde anche negli anni settanta.
Resta il fatto che gli Stati Uniti sono diventati il diavolo per i due movimenti ideologico-religiosi che maggiormente mettono in pericolo il nostro benessere e la nostra libertà: il comunismo e l'islamismo.
Quindi mi onoro di essere filoamericano.
Anche questo da sempre, direi sin da quando, bambino, mi appassionavo ai film di John Wayne (che guardo tuttora:-).
P.S.: Mc Donald'a non è poi così male.
P.P.S.: hai dato un'occhiata anche agli altri blog cui collaboro ?

nixel ha detto...

la democrazia puo funzionare se a comandare ci sono 2 persone e una della 2 è malata.
anche questa è di churchill...

per quanto riguarda il fascismo ti dico che ha ben poco da spartire con la destra italiana, a parte l'anticomunismo (di destra) l'ideologia fascista la possiamo collocare per un buon 60% a sinistra (per il suo socialismo) e solo per il 40% a destra...
definirla d'estrema destra è solo comodità, ma non vuol dire che prende le idee di destra e le estremizza... il fascimo è una terza via dopo la destra e la sinistra c'e il fascimo...
nn so chi ti da del fascista, ma quel qualcuno non ha bene in testa cosa sia...
io l'islamismo non lo considero affatto una minaccia alla nostra libertà..
cmq un'altro "nemico naturale" del comunismo sarebbe il nazismo...
e tra le due "dittature" quella americana sarebbe preferibile perche non si vede..
mcdonald se ci tieni alla salute tua e quella ambientale non andare!
sai che che il loro "buon cibo" ha lo stesso sapore in ogni parte del mondo anche se gli ingredienti vengono da zone diverse?
se ti interessa ti do un link molto carino dove parla, di quel gran ristorante...
agli altri tuoi 3 blog gli sto dando un'occhiata, ma per non complicare le cose ho deciso di sistemarmi qui per la nostra discussione...
facile affezzionarsi agli americani da bambino coi loro film... loro sono sempre buoni, intelligente, belli, salvano il mondo, hanno a cuore la natura ecc ecc e combattono i cattivoni tedeschi e russi che sono brutti e hanno gli occhi piccoli...
ah quanti messaggi subliminari possiamo trovare in cio...

Massimo ha detto...

Non solo anticomunismo. Nazionalismo. Valori morali. Individualismo. Competizione. E chi ha detto che una politica sociale sia propria della sinistra ? Solo la propaganda di sinistra, perchè se è di sinistra voler massificare il tutto (verso il basso) spegnendo lo spirito creativo, a Destra si propone di lasciare libera la naturale propensione dell'uomo a provare, a migliorarsi, la quale cosa aiuta molto più di qualsiasi legge impositiva la crescita o la possibilità di crescere dei più poveri.
Chi mi ha definito "Monfasciò"? Non lo so (mi è stato riferito, non l'ho letto), ma il gruppo è quello dall'ala liberalliberistalibertaria che trovi anche in Tocqueville.
Minacciando la mia sicurezza e la mia libertà di scelta, l'islamismo è il comunismo dell'inizio del millennio, quindi un pericolo per tutti noi, come lo fu nei secoli passati.
Sul nazismo ti ricordo solo che la sua esatta denominazione è nazionalsocialismo ...
McDonald'a. Anche se mangiassi tutti i giorni lasagne o tortellini avrei delle conseguenze negative. Tutto sta nella quantità e nella frequenza con la quale si mangia un qualche cosa ...
Gli Americani. Tutti a criticarli, salvo poi invocarli quando accade qualcosa (ad esempio un disastro naturale) perchè ci aiutino ... :-)

nixel ha detto...

ma tutti chi? quando accade un disastro naturale è meglio che ripariamo il tutto da soli, ogni volta che ci "aiutano" ci troviamo un'altra base militare in italia!
poi dopo l'uragano katrina quasi mezzo mondo ha aiutato l'america...
cmq se la tua salute non ti sta a cuore, cerca di evitare il mcdonald per il bene del pianeta:

http://www.tmcrew.org/mcd/mcsbagli.html

individualismo non penso proprio, dire valori morali è sintomo un pensiero fatto di luoghi comuni...
non credo che la sinistra sia poi cosi degenerata, nazionalismo compreso...
il fascimo ripeto che per un buon 60% proviene da ideali di sinistra...
io sono nazionalsocialista.
anzi ora che leggo bene tutta la prima parte è solo una parlare per luoghi comuni.

Massimo ha detto...

Dopo Katrina non ho visto molti aiuti spediti negli Stati Uniti, ma tanti che sorridevano sotto i baffi.
Se fossi Americano, alla tua affermazione sul fatto che è meglio aiutarsi da soli, direi: arrangiatevi, allora.
Ci rimetteremmo e di brutto.
La salute mi sta a cuore e non credo che mangiare ogni tanto da Mc me la comprometta, esattamente non me la compromette un bicchiere di vino o un piatto di lasagne ogni tanto. Danneggerei la mia salute se mangiassi tutti i giorni da Mc o tutti i giorni mangiassi lasagne o bevessi una bottiglia di vino.
Il pianeta danneggiato da Mc ? Beh, questo sì che un luogo comune ! :-)
Come ho già scritto nazionalsocialista è ben diverso da Fascista, anche se i luoghi comuni dell'antifascismo sono usi parlare di "nazifascismo", assolutamente a sproposito.
Non basta l'ammirazione di Hitler per il Duce per ritenere che il nazionalsocialismo sia una derivazione del Fascismo, anzi molte sono le caratteristiche che li dividono. E se guardiamo alla Storia, vediamo che l'alleanza infausta dell'Italia Fascista con la Germania nazionalsocialista è il frutto di un errore delle potenze occidentali. Le sanzioni imposte dopo la conquista dell'Impero spinsero infatti, suo malgrado, il Duce verso Hitler, quando in precedenza lo aveva sempre osteggiato, dandogli il via libera all'occupazione dell'Austria.
Se tu mi dici che i nazionalsocialisti non sono di destra, sono perfettamente d'accordo. Il Fascismo ha invece, come ho già ricordato, caratteristiche fche lo inseriscono di diritto nella grande famiglia della Destra.

nixel ha detto...

non volevo dire che mcdonald è la causa principale della distruzione della natura... ma è tra le prime multinazionali che ci rovinano...
mi dispiace ma tra un big mac e un piatto di lasagne la differenza c'e..
otterrai effetti ben peggiori a mangiare mcdonald di quanto ne possano fare le lasagne mangiati tutti i giorni...
ora che guardo bene, non capisco perche hai tirato fuori la mcdonald che è il peggior esempio di americanizzazione col suo cibo-fuffa, globalizzazione, consumismo ecc ecc...
la destra parlamentare nasce come organizzazione per padroni, potenti, borghesi che rinnegano ogni concetto della sinistra.
se per destra fascista intendi patriottismo, identita, tradizioni, no immigrazioni e lotta alle droghe allora in questo il fascimo si riconosce con la destra.
ma se per destra si intende anche appoggio alle guerre americane sioniste, cancro consumista capitalista, borghese in sola funzione anticomunista, anti-socialista allora questo non è piu fascismo...
fascismo è terza via... che prende idee sia da destra sia da sinistra...
sia il fascismo e la sua "creazione" ancora più perfetta il nazionalsocialismo si possono considerare non come estremizzazione dei concetti di destra ma come una diversa ideologia che combatte anche molti aspetti deleteri della tua destra.
ripeto la forza americana è distruttrice, ma riescono a mascherarla da liberatrice...
se un americano mi sentisse cercherebbe solo di farmi cambiare idea affinche poi anchio possa spendere i miei soldi in qualche mcdonald senza farmi salire paura di finanziare qualche guerra "liberatrice" o "missione di pace"
$OTTO QUE$TO A$PETTO CI TENGONO MOLTO A NOI, E NON E$ITERANNO MAI AD AIUTARCI ANCHE SE NON VOGLIAMO.
le differenze tra fascismo e nazismo sono quelle che permettono alla seconda di fare il salto di qualità.
la guerra ha danneggiato i due condottieri, ma l'ideale no, nel caso italiano abbiamo un personaggio molto "passionale", i suoi preconcetti su nazismo e nazisti non li terrei troppo da conto, seguiamo al massimo l'ideologia...
da perte tedesca abbiamo un personaggio più cinico che non si fa incentare da "voci di corridoio" e non formula opinioni basandosi su "sentito dire"...
oltre all'ideologia possiamo anche fidarci del leader

Massimo ha detto...

Mc lo hai tirato fuori tu (commento 3 agosto) :-)
"se per destra fascista intendi patriottismo, identita, tradizioni, no immigrazioni e lotta alle droghe allora in questo il fascimo si riconosce con la destra": mi sembra già abbastanza ...
Poi il Fascismo non "prende" idee da più parti ma ha elaborato una sua propria filosofia.
Ripeto: è propaganda della sinistra affermare che le politiche sociali siano di sinistra, come dimostra ampiamente l'attuale governo che ha ridotto i nostri redditi conuna politica fiscale vampiresca.
Fidarsi di un leader come Hitler mi farebbe rabbrividire.
Il concetto di gerarchia (e rispetto della gerarchia) che, questo sì, è proprio della Destra, non significa rinunciare alla propria personale ed autonoma elaborazione.
Ecco un "credere, obbedire, combattere" è sì uno slogan, ma rappresenta un'esagerazione che una persona civile non dovrebbe recepire. Magari io direi "valutare, obbedire, combattere" :-)

nixel ha detto...

ops è vero, ma non volevo certo iniziare una discussione sulla mcdonald...
il governo attuale ha ben poco a che spartire con la vera sinistra...
gramsci si stara vergognando di cosa è diventata la sua storica sinistra...
è da più di 60 anni che si dice che le politiche sociali sono di sinistra, non è una cosa nuova...
anche mussolini non lo negava..
al massimo quello è comunismo che ci sta rendendo tutti poveri allo livello... marx sara contento...
hitler è sempre stato per l'autonomia personale col suo fuhrerprinzip, qualsiasi uomo deve basarsi per le sue decisioni su se stesso, non deve esser costretto a render conto a un gerarca, al massimo all'"idea" ma non a un'altro fallibile umano...
non ho nulla da ridire sul tuo "valutare, obbedire, combattere"...
ti ripeto pero che il fascismo è contro la borghesia, aristocrazia, capitalismo prettamente di destra, quindi sotto questi aspetti non può esser condiderata di destra...
cmq vedo (dal tuo sondaggio) che i propenadimorte sono tanti.. mi dispiace molto sta cosa...
fa male sentir dire che uno stato civile sia al contempo assassino

Massimo ha detto...

Non mi sembra che Hitler abbia mostrato molta disponibilità ad accettare opinioni diverse dalle sue ... :-)

Il Fascismo è storicamente un movimento d'ordine, cresciuto proprio grazie alla contrapposizione con i disordini, le occupazione delle terre, il ribellismo contro l'ordine costituito (e allora costituito prevalentemente dall'aristocrazia e dalla borghesia) del socialismo.
E in questo senso era ed è di destra.
Sul sondaggio. E' solo un gioco. Non può avere alcuna pretesa di scientificità perchè chi conosce i meandri di internet può votare a ripetizione, così come può farlo chiunque passi dopo 24 ore.
Ciononostante io resto convinto che il favore che si era registrato nella seconda metà degli anni settanta per la pena di morte contro i terroristi, sia ancora parte del sentimento popolare e rappresenti qualcosa in più di una petizione di principio di un singolo blogger.

nixel ha detto...

beh lui era infallibile, perchè accettare altre opinioni? ;-)
e finalmente sul fascismo ci siamo un po capiti...
cmq il sondaggio anche se nn ha un particolare valore dice che su 91 persone, 8 credono che non meritiamo di decidere sulla vita altrui, non sara certo la percentuale italiana, ma...
mi chiedo dove li trovi certi frequentatori...
(a me non fa votare per piu di una volta)

Massimo ha detto...

Come "infallibile" ha fallato parecchio con conseguenze devastanti per chi lo ha seguito ... :-)
Il sondaggio, ancorchè non scientifico, fa emergere una realtà che il "politicamente corretto" cerca di occultare: la pena di morte è tuttora considerata legittima e auspicata da molti. Non voglio dare ad un gioco una valenza assoluta. Ma sicuramente le dichiarazioni continue contro la pena di morte non rappresentano i numeri esatti e, a mio parere, ottengono anche l'effetto contrario, esattamente come l'alluvione di antifascismo che abbiamo avuto soprattutto negli anni settanta e ottanta e come l'antiberlusconismo di questi ultimi 13 anni.

nixel ha detto...

puo darsi...

Anonimo ha detto...

ERRORE GIUDIZIARIO MADE IN USA

A morte 12 anni fa, scagionato da chi lo accusò
Dodici anni dopo essere stato giustiziato, Ruben Cantu è stato scagionato dall'unico testimone e dal coimputato nell'omicidio per rapina commesso nove anni prima, quando il condannato a morte aveva soltanto 17 anni. Juan Moreno, il testimone, ieri ha ritrattato tutto, dichiarando al giornale Houston Chronicle che l'uomo poi condannato a morte non era presente la notte in cui un uomo è stato ucciso per un tentativo di rapina. Ruben Cantu si è sempre proclamato innocente, fino a quando il 24 agosto del 1993 è stato giustiziato, all'età di 26 anni. Moreno dichiara di aver accusato il diciassettenne perché intimorito dalle autorità che premevano su di lui. Anche il coimputato al processo, l'allora quindicenne David Garza, ha scagionato Cantu. «Avete preso un diciassettenne che è stato ucciso per qualcosa che non aveva fatto. Il Texas ha assassinato una persona innocente» ha detto Garza, che ha recentemente firmato una deposizione giurata nella quale dichiara di aver consentito che il suo amico fosse accusato sebbene Cantu non fosse con lui la notte dell'omicidio. La notte dell'aggressione il diciannovenne Moreno e il suo amico, il 25enne Pedro Gomez, stavano dormendo in una casa che stavano aiutando a costruire per il fratello di Moreno. Furono svegliati da due adolescenti che pretendevano danaro. Gomez fu, Moreno solo ferito.
www.ilmanifesto.it

NO ALLA PENA DI MORTE!

Massimo ha detto...

Credo che l acolpevolezza di Sofri, quale cattivo maestro, non possa essere messa in discussione (del resto ha avuto - privilegio concesso a lui e nessun altro ! - ben 8 processi che hanno confrmato la sua colpevolezza. E anchela recente intervista a Gasparri dimostra quanto Sofri istigasse alla violenza negli anni di scuola.
E questo post parla di Sofri.
Ma poichè ho fatto uno strappo alla regola del rimanere in tema (mai più :-) per una discussione che mi interessava ho ritenuto di pubblicare anche il commento qui sopra.
Al quale rispondo in modo molto semplice.
1) la fonte (il manifesto) non è cero tra le più attendibili, anche perchè ha dato per certo che si sia condannato un innocente.
2) e la certezza non c'è, infatti tale certezza l'hanno solo i movimenti contrari alla pena di morte
3) si rileva la stranezza di un "ripensamento" 12 anni dopo
4) poichè a pensare male spesso ci si azzecca, mi vien da pensare che le pressioni il testimone che cambia versione, le abbia ricevute adesso e non allora.
5) Qui uno dei tanti commenti obiettivi che riportano anche la conferma della colpevolezza del Cantu (veggasi l'update).

nixel ha detto...

essendo nazional-socialista mi interesso molto di revisionismo, nagazionismo ecc, non solo per quanto riguarda "l'olocausto" ma anche per fatti a noi più vicini come appunto gli attentati del'11 settembre...
documentandomi su varie fonti, ho iniziato anche a dubitare di quei attentati...
non nego che le torri gemelle non siano crollate, ma sono troppe le incongrenze riscontrate, sopratutto per l'attacco al pentagono.
non ne ho certo la conferma, ma dubito fortemente che un gruppo di arabi armati di coltello abbiano dirottato 2 aerei, aerei il cui volo quel giorno non era programmato, e sopratutto che un boeing dopo l'impatto col pentagono si sia dissolto...
ammesso e non concesso che ciò fosse vero bisognava aspetterselo, dopo aver esportato la "democrazia" esaccheggiato in vari stati (chile, sudan, palestina, lybia, colombia, korea, guatemala, argentina, brasile, vietnam, nicaragua, somalia ecc )che qualcuno si ribellasse a questo tentativo di colonialismo...
quindi rimango non favorevole al minuto di silenzio quasi imposto per commemorare i civili morti a causa di errori degli assassini americani, questo non è un tentativo di islamizazione, io vedo un pericolo ben più grave, quello del sionismo, che al contrario dell'islam ha gia quasi vinto, e le sue azioni criminose non vengono citate mentre siamo pronti a puntare il dito a un piccolo nazionalista arabo che tenta di scacciare l'invasore nonostante sia molto più forte...
apprezziamo certi gesti...
guardiamo il tutto da un'occhio cinico, distante, è facile sputare giudizi se sei di parte... io quella parte non la voglio seguire perchè tra le due è la più criminale...

Massimo ha detto...

Nixel, i tuoi dubbi sono stati ampiamente fugati (leggi il blog di Bisquì, ad esempio) e appartengono alla stessa categoria di chi dubitò, per mero spirito antiamericano, dello sbarco sulla Luna.
Del resto persino i terroristi più incalliti, quando non c'entrano con un attentato, negano di avervi preso parte, mentre i filmati di Osama e dei suoi sottopancio hanno più volte confermato la loro paternità.
E in precedenza numerosi altri attentati islamisti hanno colpito o cercato di colpire obiettivi Occidentali, anche - se non sbaglio nel 1993 - le stesse Torri.
Il pericolo, come da sempre, viene da oriente e Washington è, oggi, quel che in passato furono Atene, Roma e Londra: baluardo dell'Occidentalità che affonda le sue radici nel Cristianesimo e nella Romanità, ma anche, in parte, nell'ebraismo. Ilsionismo è un pericolo solo per chi avvolge le sue interpretazioni in una confezione ideologica.
E con questo ti pregherei di attenerti al tema del blog. Vi sono altri blog generalisti nei quali poter sviluppare un discorso su argomenti vari.
Questo perchè, se continuo a passare i tuoi "fuori tema" sarei poi obbligato a fare altrettanto con altri commenti, cosa che snaturerebbe le finalità di questo specifico blog. :-)

nixel ha detto...

è vero scusa, ogni tanto tendo a divagare...

Massimo ha detto...

Ok. Non mancheranno le occasioni in post ad hoc :-)