Un blog per la certezza della pena, per una pena proporzionale al crimine, ivi inclusa, per gli eventi più feroci, la pena di morte, pena legittimamente comminata da uno Stato civile, a difesa dei cittadini onesti. Perchè lo Stato deve stare dalla parte di Abele.

 
Web blacknights1.blogspot.com
penadimorte.blogspot.com svulazen.blogspot.com

13 settembre 2006

Per un pugno di euro


A Chiuppano (Vicenza) un ventenne ha assassinato la nonna di 93 anni (93 anni !!!) a martellate (a martellate !!!).
Questa la terribile notizia di oggi, passata velocemente in secondo piano nei lanci di agenzia e nelle notizie dei telegiornali, che hanno preferito indulgere sulle botte torinesi tra ragazzine annoiate e gelose.
Credo invece che la vicenda di Vicenza debba essere opportunamente sottolineata nei suoi dettagli.
Il nipote. 22 anni, “ragazzo tranquillo” (quindi senza problemi sociali, di integrazione e tutte le altre menate con le quali solitamente giustificano – a torto – i peggiori crimini).
La nonna. 93 anni. Assistita da una badante.
Solitamente i nonni sono sin troppo generosi con i nipoti.
Vuoi una caramella ? Subito.
Vuoi il giornalino ? Eccoti accontentato
.
Questa volta, però, la nonna ha detto “stop” al finanziamento dei giochi del nipote.
Ma anche il nipote ha detto “stop”.
Il martello. L’arma del delitto.
Andate tra i vostri attrezzi (tutti in casa abbiamo un martello, se non altro per provare la resistenza delle nostre dita quando cerchiamo di appendere un quadro).
Prendete una noce di cocco.
Colpitela ripetutamente e avrete una sorta di vago sentore di quel che ha fatto (materialmente) l’assassino.
Per uccidere a martellate ci vuole una insensibilità totale, una assoluta mancanza di umanità e di qualsivoglia sentimento positivo.
Eppure quello è un “ragazzo tranquillo”.
Infatti, come se niente fosse, dopo l’omicidio della nonna è andato tranquillamente a ridere e giocare comprandosi, con i soldi rubati dopo l’omicidio, una scheda telefonica e divertendosi al video poker.
Il “bottino” ?
Un pugno di euro: 20 o 30 (a seconda delle fonti).
Uno così merita di vivere ?
Uno così, se passasse la proposta del parlamentare Pisapia, non avrebbe neppure l’ergastolo.
Uno così, indipendentemente da Pisapia, non resterà in galera tutta la vita.
Secondo me, uno così merita la pena di morte.

Entra ne

3 commenti:

Lo PseudoSauro ha detto...

Ma no... vietiamo la vendita dei martelli.

'ncuitatieri ha detto...

io gli farei passare un week-end con te...

altro che sedia elettrica o camera a gas

brrrrrrr....

Monsoreau ha detto...

Considerato lo spessore del tuo commento, se leggere il mio blog ti provoca sofferenza ... ne sono contento :-D